.
Annunci online

  ferox [ IL BLOG DEL FEROCESALADINO ]
         

FEROXBLOG
COGITO ERGO BLOGGO
Il nick Ferocesaladino ed in seguito
la sua abbreviazione Ferox nascono
nel 2002 a seguito dei miei ripetuti,
noiosi, logorroici, entusiastici interventi
sul Forum Rai di Golem, epico
programma radiofonico ormai estinto.
La presenza su questo blog autarchico,
sia mia che del Ferox, vuole essere
 un modo per continuare  a
percorrere una  strada 
altrove iniziata.
Un ringraziamento, per questo,
a Gianluca Nicoletti, al quale il sottoscritto
 risulta tuttora in debito.

 DAL 9 GENNAIO 2006

IL FEROCESALADINO HA DECISO, PER MOTIVI
 SUOI STRETTAMENTE PERSONALI
DI USARE ANCHE LO PSEUDONIMO

X O R E F




 


17 novembre 2006

FEROX TRASMUTANT(D)E REFERENDARIO

Leggendo il contacontatti di questo blog che e' quasi a 10.000, e riflettendo sul fatto che e' quasi un anno che non ci posto, mi e' venuto in mente di indire un referendum fra i miei venticinque lettori per capire cosa debba il sottoscritto fare nel prosieguo.
Invito i transitanti, anche in forma anonima che ' e' quella piu' adatta, a scegliere tra i seguenti quesiti:

A: IL FEROX DEVE SMETTERE DI SCRIVERE CAZZATE E FINALMENTE DIVENTARE UNA PERSONA SERIA
B: IL FEROX DEVE FARSI UN COCKTAIL DI VIAGRA E PROZAC E STACCARE DEFINITIVAMENETE LA PRESA AD OGNI SUO PERSONAL COMPUTER
C: IL FEROX DEVE ADERIRE AL REGNO DI QUALCHE CHIESA NEW AGE E ANDARE LA DOMENICA MATTINA A SUONARE CAMPANELLI PER ESSERE INGIURIATO
D: IL FEROX DEVE TORNARE A SCRIVERE SU QUESTO BLOG

Sono graditi anche ulteriori vs. quesiti da sottoporre.

Grazie

FEROX (DECISAMENTE SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI)




permalink | inviato da il 17/11/2006 alle 8:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



18 marzo 2006

HARRY POTTER VS. MONSIGNOR AMORTH

Altro che preoccuparsi per l'interrogazione di italiano o per il compito in classe di matematica. Una intera scolaresca elementare siciliana è fuggita dall'istituto dopo che il maestro aveva annunciato l'ennesima proiezione in classe del film horror L'esorcista. Succede a Baucina, paese in provincia di Palermo, dove un insegnante preferiva parlare di spiritismo, angeli, demoni e reicarnazione piuttosto che svolgere il solito programma scolastico.

E stamani in radio ho ascoltato Monsignor Amorth che diceva che i bambini sono troppo creduloni e ingenui (come non esserlo se sono bambini) e quando vedono HP sono diseducati, e si immedesimano come quando vedono un film western e poi vogliono giocare per finta ai cawboys.

Mi viene da rivolgermi a questi due educatori, al maestro dico che se vuole veramente atterrire i ragazzi deve proiettare Shining ed eventualmente andarsi a curare e al mitico Monsignore gli faccio notare che i bambini non guardano piu' film western da almeno una generazione, dalla mia.

Ferox




permalink | inviato da il 18/3/2006 alle 15:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



14 gennaio 2006

FINALMENTE LE DONNE PRESTO SAPRANNO RICONOSCERCI AL BUIO!

A Taiwan nascono tre maiali fluorescenti
 
Tre porcellini al calar della sera diventano fosforescenti. Non stiamo parlando dei protagonisti dell'ultimo cartone animato giapponese, ma di un trio in carne e ossa. I primi esemplare al mondo di maiale geneticamente modificato è stato messo a punto dalla National Taiwan University, dove gli scienziati sono riusciti a far venire al mondo dei suini che risplendono di notte.
Si tratta, secondo il professor Wu Shinn-Chih, dell'istituto di scienza e tecnologia animale, di un grande passo avanti nella ricerca sull'impiego delle cellule staminali. L'obiettivo dei ricercatori è quello di "fissare" le fasi di sviluppo dei tessuti, per arrivare a impiegare cellule staminali nella rigenerazione di organi danneggiati.

Presto, ci dice l'esimio scienziato, la tecnologia sara' applicabile anche su esseri umani (di sesso maschile), cosi' ci riferisce, le donne sapranno finalmente distinguerli,al buio, nel bene o nel male.
Ferox

 




permalink | inviato da il 14/1/2006 alle 23:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



12 gennaio 2006

COMMISTIONI

COMMISTIONI

 

L’avvento di Ikea sul prato della Madonna di Loreto fa clamore, fa agitare sindaci e giunte, fa scandalizzare sciami di capinere, fa scomodare nunzi vaticani al fine di rintuzzarne il pericolo.

 

Ma le vecchie e le nuove cattedrali, gli antichi e i moderni luoghi di adunanza domenicale, ormai inesorabilmente si avvicineranno, confinanti, e si avvinghieranno fino a fondersi fra prati di miracoli irrigati al tramonto.

 

Fra mistici e mastici, fra panche e cassapanche, fra altari e alari, i fedeli si accoderanno alle casse in file eucaristiche e le essenze lignee magicamente si confonderanno.

 

E l’ulivo del golgota lascera’ spazio, definitivamente, al pino di svezia.

 

Xoref




permalink | inviato da il 12/1/2006 alle 22:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



12 gennaio 2006

COLTANO, ROBIVECCHI ED EZRA POUND

L'altro giorno mi sono imbattuto in una figura a me ignota: il ferrivecchio di computer!!. E' venuto nel mio ufficio ed e' uno zingaro bosniaco che vive in una baracca di lamiera presso il campo rom di Coltano (a meta' strada tra Pisa e Livorno) che si chiama Gelmino o Germino, non so. Lui se ne va a spasso con un vecchio Ducato Bianco (magari ricettato e senza bollo e assicurazione) ma, pensa un po', porta via dagli uffici e ricicla solo ed esclusivamente hardware, vecchi modem, vecchi video eccetera, il suo furgone e' un vero cimitero di ferracci obsoleti, hard disk, ram e schede video. Non vuole assolutamente altra ferraglia, egli e' uno specialista, egli ritira solo quella mercanzia. Degno, moderno erede dello stagnino di una volta che girava col carretto a portare via cucine a gas e reti da letto ormai estinte e, avendolo osservato attentamente mi e' sembrata una figura poetica di straordinaria umanita'.
Mi ha fatto pensare ad un precedente, quando nel suo stesso campo, viveva una cinquantina e passa di anni fa Ezra Pound, prisonner per qualche mese degli americani, proprio nel campo di prigionia in Coltano, che con in mano un cucchiaio arrugginito e una gamella di latta, si appropinquava, in coda a tutti, a racimolare cio' che la societa' puo' lasciare per terra, come avanzo, ad un Poeta, ad un Uomo.
XOREF




permalink | inviato da il 12/1/2006 alle 19:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



11 gennaio 2006

MELOG FORUM prendete nota

Dopo l'inizio del nuovo progr. Melog su Radio24 e' attivo un FORUM:


http://melog.napodano.com/


Grazie.




permalink | inviato da il 11/1/2006 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 gennaio 2006

CLEMENTE J. MIMUN E IL MULO RUFFIANO

 

 

Al mulo ruffiano, celebre e mitica figura equina da stalla, si fa vedere la cavalla accondiscendente e lui con le sue belle ragliate, la manda fino quasi in estasi, ma sul momento piu’ bello, l’artiere si riprende il mulo e se lo riporta nella stalla senza aver ne’ visto ne’ sentito un bel niente. Sara’ lo stallone, arrivato nel frattempo a completare l’opera!

 

Al telespettatore Rai di prima serata, si promette di far vedere l’uccisione del povero Quattrocchi a Dopo Tg1, ma dopo dieci secondi (e per ben 4 volte) il navigato direttore Mimun, non ci fa vedere un bel niente perche’ ci dice che le immagini sono troppo sconvolgenti.

 

Allora mi chiedo:

-perche’ la Rai fa vedere solo adesso (parte di) un filmato gia’ disponibile a Viale Mazzini da mesi?

-cosa c’e’ di nuovo da far vedere se non la frase “vi faccio vedere come muore un italiano” gia’ riportata da tutti i giornali fin dal giorno stesso dell’assassinio?

-non sara’ che per propagandare il nuovo programma Dopo TG1 si sia ricorso ad un sensazionalismo becero e puerile pur di “attirare” le attenzioni (diciamo) macabre dell’utente medio?

-non sara’ che si sia ancora riusata la memoria di quel poveretto per fini propagandistici, nel momento in cui essa stessa si condannava?

 

Mi dispiace anche che la sorella del povero Quattrocchi abbia provato a dire qualcosa di contrario e a denunciare un atteggiamento tenuto in prima linea anche al Tg1 di allora, sul fatto che fu detto che era morto un mercenario e basta. Ma non c’e’ riuscita, perche’ incanalata dal sapiente Clemente J. su un binario piu’ accomodato e compianto.

 

Io non ce l’ho con Mimun, ne’ con la Rai, ne’ con altri, ma mi dispiace che anche questa volta il Mulo Ruffiano, dopo aver fatto presenza, dopo essere stato conteggiato, sia  di nuovo ritornato, inappagato, nella stalletta.

 

Xoref (piuttosto incazzato, tipo Mulo Ruffiano di Ritorno)




permalink | inviato da il 9/1/2006 alle 21:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



9 gennaio 2006

NON SCHERZIAMO SULLE DUE ISTITUZIONI!

L’anima dei toscanacci, quella lunga linea marrone che da Boccaccio arriva fino a Montanelli e’ sempre feconda, sempre incinta di qualcosa e apparentemente libera. E’ accaduto  pero’ che  Panariello, in quel di Sanremo, quando l’altro giorno, in uno spot censurato sul festival, con battute e ammiccamenti ai fiori di Pescia (che sono meglio di quelli rivieraschi), si e’ beccato il primo altola’ da parte della Grande Regia, si sia creata una simultaneita’, quarda caso, con un’altra affermazione di un’altra toscana che e’ stata ampiamente redarguita a causa di una sua affermazione incontinente, la Sig.ra Ciampi, livornese, appunto che aveva detto che i meridionali sono meglio di tutti.

Pensavo allora se ci fosse in comune qualcosa fra i due fatti. Forse si.

La Nazione come la Televisione (con i loro relativi poteri), hanno cicli lunghi e non si puo’ avere o dire tutto e subito, e per di piu’ non si puo’ nominare invano o a vanvera il nome del Festival o della Repubblica. A tutto ci vuole il suo tempo!

In tv, al massimo, siamo arrivati, fino ad adesso, a sdoganare con un colpo solo bigamia e gioco d’azzardo (in Cina nel 2006 ancora ti fucilano), con Pupo (toscano pure lui), ma ridicolizzare e canzonare (bel vocabolo eh) il Festival e’ veramente troppo e non ancora in preventivo in Rai. Quindi stia attento Panariello a cosa dice e fa altrimenti fa la fine di molti. Sull’altro versante invece, e’ concesso invece dire tutto del sud, ma solo se sono cose negative, tipo mafia, assessori uccisi, ponte, canone rai non pagato, le due velocita’ecc. ecc. ma non ancora dire cose che potrebbero essere interpretate come positive per il  meridione dall’opinione pubblica. Si rischierebbe di invertire una tendenza ormai conclamata. Quindi attenta Sig. Franca a cosa dice e cosa fa.

 

Certo, i lavori sono in corso, ma le Istituzioni Italiane non si toccano!!

Xoref




permalink | inviato da il 9/1/2006 alle 14:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



8 gennaio 2006

DIO NON OSI DIVIDERE CIO' CHE IN TV SI UNISCE

 

 

La controriforma in tv avanza a spron battuto. Ci convincemmo che

il matrimonio Pupone/Blasi non fosse reale ma solo virtuale per di piu’ a pagamento e dopo i Pacs di Zapatero e dopo Elton John che disse si in diretta su una cable tv londinese, arriva  finalmente la Polpettara Clerici che officia un vero matrimonio (burino, ma comunque vero) in diretta tv sull’ammiraglia Rai.

Ed il prete, dopo aver ringraziato il vescovo, cita S.Paolo ricordandoci che il matrimonio e’pubblicita’, ed e’ un’unione da mostrare al mondo intero.! Quale miglior veicolo, appunto se non attraverso la tv, allora ,e la tv, la rai,per ringraziare, appunto,  manda come inviato speciale nientepopodimenoche’ Ascanio del Grande Fratello, egli stesso miracolato da cotanto sacramento proprio a seguito del suo incontro con Katia tra i reclusi di due anni fa.

E’ tramontata l’epoca delle riprese vhs degli sposi dietro le spalle del prete di campagna un po’ scocciato ma accondiscendente che chiudeva un occhio alla telecamera.

Adesso l’occhio  lo si strizza.

Xoref 




permalink | inviato da il 8/1/2006 alle 0:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



30 dicembre 2005

OSSESSIONE DA PAGINA BIANCA





















































.




permalink | inviato da il 30/12/2005 alle 22:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



16 dicembre 2005

CREAZIONISMO E EVOLUZIONISMO

Per gentile concessione di Michele Diodati riceviamo e pubblichiamo.



Un link? http://pesanervi.diodati.org

Invitato molto gentilmente da Ferox, posto qui di seguito la mia
opinione sulla questione, precisando però che non faccio parte delle
illustri personalità del giornalismo o della TV. Probabilmente Ferox
mi ha scambiato per qualcun altro: sono un semplice possessore di
cervello, con propensione a usarlo.

Eccomi al dunque. Se l'alternativa è tra creazionismo ed
evoluzionismo, non c'è gioco. Il creazionismo, a differenza della
teoria di Darwin, non ha alcuna dignità scientifica: è solo un
maldestro tentativo di interpretare frasi e passaggi della Bibbia come
"prove" del fatto che la storia naturale della Terra non andrebbe
raccontata come la racconta la scienza, ma come la raccontano invece i
creazionisti. Si veda per esempio questa ridicola teoria, che sostiene
che i dinosauri sarebbero stati contemporanei dei primi uomini:
http://www.moeh.org/main/discover.htm.

La cosa incredibile è che baggianate simili, in un paese come
l'America, trovano molti seguaci e addirittura persone disposte a
investirci i soldi necessari per aprire un pretenzioso museo di
"storia naturale", che è una vera offesa alla scienza e, ancor più,
all'intelligenza.

Un po' diversa è la questione se poniamo l'aternativa tra evoluzione e
Disegno Intelligente. Per capire di cosa si tratta, consiglio la
lettura di quest'articolo, che ho tradotto in italiano qualche mese
fa: http://pesanervi.diodati.org/pn/index.asp?a=153.

Detto in breve, la teoria del Disegno Intelligente presume che il
nostro universo, uomo compreso, non può essere frutto di un'evoluzione
dettata dal caso, ma del progetto intelligente di un Dio: nulla
insomma, secondo questa teoria, avverrebbe per caso, ma per completare
il progetto di Dio.

Una simile teoria non è del tutto in contrasto con ciò che sostiene la
scienza. Il grosso guaio è che è del tutto indimostrabile, a meno di
non essere amici di Dio e avere accesso ai cassetti della Sua
scrivania...

Personalmente credo che l'idea che l'evoluzione dell'universo dipenda
da un precedente progetto divino significa solo duplicare i problemi
filosofici dell'essere e della creazione: se l'universo è stato creato
da Dio, chi ha creato Dio stesso? Comunque sia, sulla contrapposizione
tra evoluzione e Disegno Intelligente dice cose sensate Umberto Eco:
http://www.espressonline.it/eol/free/jsp/detail.jsp?m1s=o&idCategory=4817&idContent=1192106.

La nascita dell'universo può essere però spiegata anche in modo
completamente indipendente dall'esistenza di un Progettista
Intelligente: http://pesanervi.diodati.org/pn/index.asp?a=134.

Ciao e buona discussione,
Michele Diodati




permalink | inviato da il 16/12/2005 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



12 dicembre 2005

CREAZIONISMO O EVOLUZIONISMO!

Per quelli della mia generazione che sono nati con l'immagine di Darwin che sbarca alle Galapagos e che con la sua teoria rivoluziona il modo di pensare sul Creato, e con il prete che, la domenica mattina all'altare ti diceva tutt'altro, risulta abbastanza difficile digerire le fortissime obiezioni  giunte da oltre atlantico. Allora era solo una teoria la prima? e perche' allora ce la siamo bevuta per cosi' tanti lustri? Allora, ha un fondamento scientifico, la seconda?
Il Ferox apre un'inchiesta su questo blog a tutti coloro che vogliono intervenire, anzi ha fatto di piu'.
A causa della pressoche' totale assenza del dibattito in questione sugli organi di stampa italiani, il sottoscritto ha inviato una cortese E-mail a venti personalita' del mondo del giornalismo in carta e in tv, allo scopo di ottenerne risposta e capirci qualcosa di piu'. Spero di trovare opinioni attendibili, col taglio che loro compete.
Vi terro' aggiornato.
FeroceSaladino 




permalink | inviato da il 12/12/2005 alle 11:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



7 dicembre 2005

IN FONDO, ADAMO ED EVA ERANO NUDI!

 
 
Donne e uomini nudi per raffigurare scene della Bibbia in un calendario. L'iniziativa è di una Chiesa evangelica tedesca che, per ragranellare soldi da devolvere in beneficienza, ha pensato bene di dare una raffigurazione del Vecchio Testamento capace di suscitare la curiosità dei fedeli.
Una Eva tutta al naturale che tiene tra i seni la mela agognata da Adamo o la bellissima Dalilah, interpretata da una nuda signorina mora nell'atto di tagliare la ciocca di capelli ad un Sansone dormiente, sono solo alcune delle immagini che è possibile ammirare nel calendario che, disponibile presso la chiesa Katzwanger di Nuremburg, costa solo 8 sterline. Grande soddisfazione è stata espressa da Stefan Wiest, 32 anni, portavoce del Katzwang Evangelical Youth group che ha annunciato che oltre alle 200 copie sono in cantiere altre 300 copie del calendario.
Non sono però mancate le polemiche. In molti si sono scagliati contro l'iniziativa e, non ultimi, i locali rappresentanti della Chiesa cattolica che si sono detti scandalizzati per le foto di nudi scattate in chiesa. "Il giusto modo per accedere alle sacre scritture non è calarsi i pantaloni", ha detto Winfried Roehmel portavoce dell'arcidiocesi della città.
FS




permalink | inviato da il 7/12/2005 alle 10:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



3 dicembre 2005

UN REGALO ELETTRICO PER VOI DONNE!

 
Per augurare un 2006 davvero vibrante, cosa c'è di meglio di un vibromassaggiatore? E' il singolare regalo che una rivista francese per "donne single"", Jalouse, ha pensato di fare alle proprie lettrici. L'iniziativa non ha provocato alcuno scandalo Oltralpe: chissà cosa sarebbe successo nel nostro Paese. La direttrice del sindacato delle riviste e dell'informazione ha dichiarato che "il vibromassaggiatore è oggi un oggetto di consumo corrente".
La copia della rivista con l'insolito gadget - che sta in un pacchetto di plastica opaca che presenta la scritta "Vietato ai minori di 18 anni" - costerà solo un euro in più di quella senza. Solo 50mila copie, la metà di quelle stampate, ha in allegato l'originale gadget. "Lo scopo è lasciare la scelta alle lettrici come ai venditori" ha spiegato il direttore generale delle edizioni Jalou, Olivier Jungers. I venditori, infatti, "possono rifiutarsi di proporre l'oggetto", ha aggiunto.
Come detto, l'Unione nazionale dei diffusori della stampa non si è opposta, ma il direttore generale dell' organizzazione, Philippe Di Marzio, ha chiesto alla casa editrice della rivista di "utilizzare un contenitore opaco e di apporre l'etichetta che ne vieti la vendita ai minori".
Signore e Signorine, accorrete!
FS




permalink | inviato da il 3/12/2005 alle 22:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



3 dicembre 2005

ZUPPA DI FETO IN SALSA CINESE

Come si fa a combattere con un popolo cosi' strutturato!. Una via di mezzo, sembra, tra gli abitanti di Metropolis che viaggiavano impettiti nella citta' del futuro e i Papua, mangiatori e bollitori di uomo bianco in pentola e poi tristemente estinti a causa del  Kuru'. Sembra una bufalonline, ma cosi non e' perche' e' stata verificata da giornalisti affidabili sia all'estero ( la BBC) sia in Italia (Forbice-zapping). E' vero, i cinesi, dopo aver lavorato per 15 ore in fabbrica, dopo aver riempito containers pieni di scarpe e cappotti da inviare all'istante nei porti della Vecchia Europa, finalmente se ne tornano a casa a mettere i piedi sotto la tavola. E mangiano di tutto, compreso il feto umano, proveniente spesso da mammane che praticano aborti clandestini nei sottoscala, oppure da ospedali o carceri compiacenti, preparandolo bollito, con zuppetta di fagioli borlotti o ceci.
Non scandalizziamoci piu' di tanto, questo e' il Nuovo-Vecchio Mondo che ancora esiste, che una volta fu anche nostro, come ce lo descrissero mirabilmente Curzio Malaparte e Don Otello.
FShangai

PS: Chi era Don Otello? Era il prete della mia infanzia, che dal pulpito della chiesetta (dove fui battezzato migliaia di anni or sono) ammoniva i presenti sulle abitudini culinarie dei comunisti, i quali, disse, una domenica mattina di primavera, che mangiavano i pargoli, ma solo a cena, perche' loro, il pranzo lo saltavano a pie' pari!




permalink | inviato da il 3/12/2005 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



30 novembre 2005

REGALATI PER NATALE UN ELETTRO-STIMOLATORE PER I TUOI TESTICOLI!

Arrivera' forse gia' a Natale, nell'era dell'ottimismo, sullo scaffale degli elettrodomestici accanto alla mucca che fa il cappuccino e al depilady. Di fatto comunque e' stato concepito come un anticoncezionale dal Prof. Sava Bojovic dell'Universita' Tecnologica di Belgrado (quella che fu bombardata per errore dalla Nato) e sfrutta il vecchio, sano, principio dell'elettroshoc per ridurre notevolmente la quota potenziale di fertilita' agli spermini. Bastano otto minuti al giorno, con elettrodi applicati sui vostri gioielli Bilogy, per tre settimane, per ottenere risultati sorprendenti.
Presto in commercio anche la versione portatile, da collegare alla batteria della vostra auto, da usare magari durante le frequenti code a cui ogni giorno dobbiamo sottoporci.
Non so se l'esimio Prof. Bojovic abbia preso in considerazione una produzione di serie con elettrodi rivestiti di pelo leopardato per i clienti sado-maso un po piu' esigenti.
FS 




permalink | inviato da il 30/11/2005 alle 9:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa



27 novembre 2005

IL PANE DELLA MORTE

Ho impastato un pane nero
fatto con la terra ed il pianto
l'ho infornato nel mistero
di una cripta, in luogo santo.
Se la morte avesse fame
e bussasse alla mia porta
le direi, no, non son morto
ma ecco, prendi un po' di pane.
In fondo, ripassando,
non mi concede niente,
che in quel pane di terra
fu sepolta la gente.






rg




permalink | inviato da il 27/11/2005 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



26 novembre 2005

LA MERDA IN QUANTO TESTIMONIANZA!

E' recentissima la notizia che la "Merda" in scatola dell'artista P.Manzoni, in barattolo da 30 gr. dal 1961 e' stata venduta all'asta per 110 e passa mila euro, ed e' anche vero che il comune di Carrara, istituira' un'anagrafe con la merda di tutti i cani residenti nel ridente comune, al fine di multare, tramite prova del dna, coloro che sporcano i giardinetti e le strade.
Finalmente, l'elemento marrone, bistrattato da troppe generazioni, nascosto nei suoi odori con dispenser plastificati iperolezzanti, addirittura negato in quanto "prodotto", dallo stereotipo di "bel corpo",e irriso e calpestato da coloro che hanno evitato di considerarlo un vero veicolo di testimonianza umana, ritorna in auge.
La societa' attuale, cosi' ipercritica, riinizia a lanciarla ai padroni durante i cortei sindacali, non piu' emula di misere torte in faccia spalmate a questo o a quel divo in diretta tv e ritrova quindi l'essenza, il sapore di una sua reale testimonianza, un MCM sia umano sia ferino, da riabiliatare.
Dall'Arte Immane di un girone dantesco fino alla botte che preleva il pozzo nero, sotto casa vostra, concedetele sia Poesia sia schizzetti qua e la lasciati dal tubo flessibile, in prossimita' delle giunture.
FSebach




permalink | inviato da il 26/11/2005 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



17 novembre 2005

LA BARA CON LO SPONSOR

Dopo la concessione, da parte di una societa' di calcio inglese, dello stadio per i funerali del caro ultras estinto, arriva dalla Germania la notizia che un'agenzia di pompe funebri di Dortmund mette a disposizione una bara personalizzata con i colori sociali della squadra del cuore. E' a disposizione il catalago della Kramer Funeralis con all'interno una serie di bare colorate (mi viene in mente l'album calciatori delle figurine Panini) con i loghi delle societa' di calcio e e' anche a disposizione la versione urna funeraria per cremandi!. Per ovviare allo sponsor, che non sarebbe troppo di buon gusto inserirlo, il titolare assicura che e' possibile comunque scrivere qualcosa sull' "ultimo legno", con i caratteri della sponsorizzazione, un po' come fanno le case di tabacchi in Formula uno quando non possono usare il loro logo e scrivono un nome diverso ma ben riconducibile al loro marchio. Tra poco, anche in Italia, assicura Kramer, saranno disponibili anche ulteriori versioni del manufatto con ulteriori scelte di immagine, e presto potremo anche inserire oltre ad una della quattro copertine di Baricco, anche il logo del Grande Fratello, di Greenpeace oppure anche dell'Isola dei Famosi.
La morte sara' meno dura!
FSalma




permalink | inviato da il 17/11/2005 alle 9:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



11 novembre 2005

LA GUERRA DEI MANICHINI (ovvero le palpazioni nascoste)



La polizia iraniana ha sequestrato centinaia di manichini dai negozi di abbigliamento perché ritenuti troppo sexy. La retata anti manichino è avvenuta in una regione del nord est ed è il risultato della campagna di "pubblica castità" portata avanti dal governo del Paese asiatico.
Secondo i politici di Teheran, i "manichini attraenti" sono elementi devianti della società e per questo vanno combattutti esattamente come il vandalismo e le bande giovanili. Per la cronaca, i manichini sono stati distrutti come monito per i negozianti.
Purtroppo, da noi invece, sono diventati cavie da esercitazione, e li vediamo purtroppo sventrati e dilaniati dalle finte bombe della protezione civile. C'e' da dire purtroppo, che la specie sopravvissuta  nelle nostre vetrine del centro non e' piu' quella di tipo "iraniano", ma bensi' una specie mutante androgina e di colore grigio, senza, ahime' quelle caratteristiche pruriginose di una volta.
Sfido i maschi che  transitano da qui a negare che, per almeno una volta, non abbiano palpato i lisci e asettici genitali di un manichino o strizzato poppe di plastica in un qualche retrobottega! (Faccio riserva se lo hanno fatto anche le femmine, delle quali non ho documentazione in merito.)
Gli ayatollah hanno visto giusto anche questa volta.
FS




permalink | inviato da il 11/11/2005 alle 9:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



3 novembre 2005

ANOTHER BREAST IN THE WALL!

Strano ma vero



In soccorso dei mariti un po' distratti è arrivata "la parete dei seni falsi". A molti uomini è capitato spesso di dover rinunciare a regalare un bel capo di lingerie alla propria compagna perché non riescono a ricordare la taglia di reggiseno.
Per risolvere il problema, un architetto olandese ha messo a punto una straordinaria invenzione che consiste in un lungo pannello, tutto ricoperto di seni al silicone. Gli uomini interessati all'acquisto di biancheria intima femminile osservando e, se non basta, toccando le svariate forme possono risalire facilmente alla taglia della propria amata.
E così i mariti e i fidanzati che prima sono stati costretti a chiedere l'aiuto degli altri clienti o, ancora peggio, hanno dovuto sbirciare nel decolleté della negoziante possono risolvere con estrema facilità il problema. Con buona pace delle commesse (non tutte) che possono finalmente tirare un sospiro di sollievo.
FS




permalink | inviato da il 3/11/2005 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



2 novembre 2005

IL CIMITERO VIRTUALE

Ho, di recente, ricevuto un invito da una sconosciuta ad incontrarci in un cimitero di mia scelta per la prossima notte delle zucche forate.
L'ho trovato:
http://www.cimiteronline.org/new/main.php?#bottom
Eventualmente, se la Signora avesse bisogno di un passaggio, posso venire personalmente a prelevarla con il mezzo (veramente d'epoca) visibile in alto a sx, sopra la foto del Ferox.
Attendo ulteriori
FS




permalink | inviato da il 2/11/2005 alle 23:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



2 novembre 2005

LA DELEGAZIONE!

commento di una_delegazione    il 1/11/2005, h 19:26   62.11.2. xxx  elimina blacklist sospendi
Sono una delegazione dei tuoi lettori. Questo tuo blog è bellissimo. Scrivine altri, così, raccontaci di te, ci piace.
Con questo post di ieri, finalmente il Ferocesaladino non ha piu' interlocutori singoli, persone fisiche, ma annovera nella sua lista anche una_delegazione.
Benvenuti. Attendo Vostre.
FS




permalink | inviato da il 2/11/2005 alle 8:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



31 ottobre 2005

LA MORTE SECCA!

LA MORTE SECCA!

La chiamavamo cosi’, la zucca che svuotavamo e che posavamo con dentro una candela accesa su un vecchio muro di mattoni grezzi, intonacato di grigio, proprio dietro casa mia. E poi stavamo li, zitti zitti, accovacciati; quattro o cinque ancora bambini, con le facce imbrattate di carbone, ad aspettare qualcuno che passasse per mettergli paura con un grido fanciullo. Ricordo con dolcezza la mamma, una volta, che mi porto’ il cappotto per pararmi da un novembre freddo, di quelli di una volta, e mi mise in mano anche una fetta di pane con lo zucchero unto col vino rosso, come usava fare ai bambini una mezza vita fa. Roba d’altri tempi, d’altre epoche, certo, quando la festa che poi festa non era, esisteva nascosta nei casolari di campagna, come nelle strade di un piccolo paese di Toscana, e riappariva improvvisa una sera come questa, come stasera mi riappaiono simili a streghe sulla scopa, i miei ricordi che ho lasciato per sempre la’, tra quelle piane di ulivi silenti. Dove svuotare una zucca piena di semi gialli e forargli gli occhi triangolari e la bocca sgangherata con le mani nude fino a inzaccherarsi tutte le maniche, era un rito che i vecchi, i nostri nonni, seduti sulle sedie impagliate, smaniavano nel vedercelo ereditare. Sento, stasera, vedendo tutti questi bambini per strada, mascherati per questa notte magica che esisteva e esiste da sempre, una nostalgia che mi rende triste e commosso. Seduto su questo divano bianco, stanotte, saro’ libero, comunque, di ricordare e anche di piangere lacrime pesanti come macigni che ti sfasciano la pancia, pero’ di sicuro saro’ anche felice per aver fatto in tempo a vivere, da bambino, quel mondo che, ormai, non tornera’ piu’ indietro.

Stefanino




permalink | inviato da il 31/10/2005 alle 19:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (-60) | Versione per la stampa



25 ottobre 2005

GOOGLE IN CARNE ED OSSA!

Una coppia di coniugi svedesi, particolarmente attaccata alla Grande Rete, ha deciso di battezzare il proprio figlio con il nome del famoso motore di ricerca Google. Il bimbo, nato lo scorso 12 settembre, è stato registrato all'anagrafe come Oliver Google Kai e, fin da subito, ha potuto usufruire di un proprio sito Internet e di un blog. L'idea, di certo originale, è venuta al neo papà, Walid Elias Kai, ricercatore del settore hi-tech che si è autodefinito un vecchio "fan di Google-dot-com".
Carol, mamma di Google Kai, ha fatto sapere che la decisione era stata presa già da tempo. Il papà, infatti, aveva contattato lo staff di Google.com che, immediatamente aveva dato il proprio benestare facendo anche gli auguri ai coniugi.
"Mio fratello - ha commentato divertita la signora Kai - mi suggerì di chiamare il secondo figlio Yahoo, Fuji oppure Nikon". Ma la scelta, oramai, era stata presa. La famiglia si era presentata all'anagrafe di Kalmar per registrare il neonato con il nome di Oliver Google Kai.
Sul blog mamma e papà pubblicano quotidianamente le foto del piccolo Google Kai che indossa delle tutine marchiate "Google".
    Se si perdera', il bambino, i genitori non avranno problemi nel cercarlo.
FS




permalink | inviato da il 25/10/2005 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



23 ottobre 2005

LIBERO BLOG IN LIBERA CHIESA (di bloggisti....se esiste)

E' quasi una richiesta d'aiuto alla comunita' virtuale che qui razzola, e una domanda che mi pongo. L'organizzazione di LiberoBlog, mi manda un commento che mi dice che il mio post precedente e' stato inserito in una pagina di LiberoBlog, per poter dare visibilita' maggiore a me e ad altri tenutari di blog. Bene, lo inseriscono e in 24 ore il mio post, (Scavati la fossa!) riceve un una trentina di risposte, cosa che sul mio blog, per riceverne altrettante ci metto sei mesi! Inoltre stamani vado a leggere il mio contatore e vedo che nella notte ci sono state ben 50 letture del mio blog, senza che nessuno pero' si sia degnato di scrivere un commento.
Allora mi chiedo e vi chiedo quale di queste risposte sia veritiera:
A- devo aprire un blog su libero per avere visibilita'
B- il mio blog fa schifo (non mi offendo!) e debbo chiuderlo
C-LiberoBlog mi prende per il culo inserendo post fasulli (a quale scopo?) e mi agita il contatore di contatti per farmi credere che la visibilita' me la danno (ma mi mancano i contenuti)
D-Tutti si sono messi d'accordo per commentare a libero e non sul ferox.ilcannocchiale
F-Sono il Padre di tutti gli Ingenui della Rete.
Grazie per la disponibilita'
PS- Il l post di cui sopra lo mando anche a Liberoblog, per vedere l'effetto che fa!
FEROCESBLOGGATO




permalink | inviato da il 23/10/2005 alle 11:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



21 ottobre 2005

PRENDI LA PALA E SCAVATI LA FOSSA!!

Non e' il finale di un film di Sergio Leone, ma una innovativa pratica medica. Se sei depresso, per Vladimir Yevtushkin, psicoterapeuta russo, il rimedio c'è: ti scavi una fossa, stai sotto terra alcune ore e ti passa. Lo psicoterapeuta porta i suoi pazienti in un posto segreto dove scavano le fosse.
Alle donne viene data in dotazione una pala, gli uomini devono arrangiarsi a mani nude o al massimo con un bastone. Secondo lo psicoterapeuta la fossa è un importante indizio di personalità: chi la vuole larga e profonda, nella vita vuol soddisfare tutti i desideri mentre quella stretta e scomoda riflette la psicologia di chi con l'esistenza ha un rapporto sofferto.
Una volta pronta la tomba il paziente vi prende posto e a quel punto entra in azione Yevtushkin, che sistema in superficie assi di pino o di quercia e li ricopre di terra. La 'resurrezione' avviene 12 ore dopo. E spesso funziona: si risorge con un ritrovato gusto per la vita. Provare per credere.
FS




permalink | inviato da il 21/10/2005 alle 16:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



18 ottobre 2005

BEAM ME UP, SCOTTY

Come promesso e sperato da vivo, le ceneri di Mr. Scott della serie mitica di Star Trek, saranno lanciate nello spazio, secondo le sue volonta dalla societa' americana Space Services. Morto a 85 anni, il suo nome vero nome e' James Doohan, l'uomo del "teletrasporto" vede cosi' coronare il sogno di essere sepolto nello spazio. L'unico inconveniente e' che questi funerali, per i comprensibili alti costi di trasporto, appunto, sono collettivi e il compianto Scotty dovra' quindi accontentarsi di essere salutato per l'ultima volta insieme a altre 119 persone. Le vedove di ricchi pollaioli americani, di presentatori di talk-show e di emigranti arricchiti russi, si confonderanno, quindi, velate di nero, sul sagrato di Cape Canaver, mentre assistono, naso all'insu', all'ultimo addio del compianto. Spero che Scotty ne resti soddisfatto di questa compagnia, forse non degna quanto lui, ma noi preferiamo ricordarlo ancora quando diventa pulviscolo luminoso nel suo "box doccia" a bordo dell'Enterprice.
FS




permalink | inviato da il 18/10/2005 alle 9:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



13 ottobre 2005

CERCASI ESORCISTA

Proprio stamani si e' aperto presso l'Universita' Vaticana il primo master per preti candidati a diventare esorcisti ufficiali. E' stato proprio Papa Woitila a tracciare questa strada, anche in virtu' della sua uscita epocale di qualche anno fa quando affermo' che il signore delle tenebre non e' solo puro spirito (malvagio) ma e' anche corpo, carne e sangue. E quindi e' giusto votare alla giusta causa, non solo preti di campagna volenterosi o pochissimi intellettuali quali Mons. Amorth, ma anche un'orda di pretini inquadrati gia' alle prime mosse a riconoscere il malefico, creando un vero indirizzo di sacerdozio. Infatti il problema vero e' riconoscere, in questo nostro mondo, il Male Vero, dal Male Umano e saperlo combattere con armi diverse. Col primo sembra appunto che non si possa convivere come col secondo.  Il male demoniaco, quando accertato, va estirpato, va cancellato perche' immondo, ma comunque sempre uguale a se' stesso, immodificato da almeno duemila anni. Teste rotanti e vomiti al pesto alla genovese, sono inammissibili per la nostra moderna concezione di peccato, sono invece in continua evoluzione, i peccati normali, che ogni giorno, anzi, vengono sdoganati e declassati a mali del nostro tempo, da curare con farmaci, telemaghi, erbe o agopunture. Ci fa enorme piacere, comunque, sapere, che nel caso ci assalga il caprone, ci faccia parlare lingue ostrogote e ci faccia bestemmiare in pubblico, ci sia qualcuno che ci tenda la mano, che ci aiuti.
Per tutto il resto, siamo incurabili, e quindi abbandonati in un fondo di letto.
FS




permalink | inviato da il 13/10/2005 alle 19:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



9 ottobre 2005

IL MARACANA' CROLLA DENTRO UNA PALUDE DI PISCIO

La notizia giunge direttamente dal Brasile ed e' vera. A causa della scarsita' e fatiscenza dei servizi igienici a disposizione nel mitico impianto da 120.000 posti, i tifosi si arrangiano, nella bisogna, come possono. Le autorita' sudamericane lanciano l'allarme di inagibilita' al punto che i pilastri di cemento armato che sorreggono l'imponente struttura, sembra, siano totalmente intrisi di escrementi al punto di renderli pericolanti. 
Il pisciare al muro, una pratica decisamente consueta anche alle nostre latitudini, puo' diventare, visto gli effetti, una moderna forma di consultazione popolare, dove una buona parte degli arredi urbani, puo' essere rimessa alla volonta', anzi all'impellenza popolare.
FSebach




permalink | inviato da il 9/10/2005 alle 22:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     marzo       
 


Ultime cose
Il mio profilo



GOLEM
CALMA
MELOG FORUM
TRA LE NUVOLE
PESANERVI


Blog letto 65758 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom